Categorie
Blog

L’abbraccio dell’Altra Europa: grazie!

per ICE acqua di Tommaso Fattori

L’Altra Europa con Tsipras supera il 4% ed è un fatto straordinario: nata da poche settimane, largamente oscurata dai media, con scarsissime risorse. Da oggi la sinistra italiana torna al Parlamento Europeo e inizia un nuovo percorso.

Sono felice, vorrei abbracciare e ringraziare – uno ad uno, una ad una – quel milione di donne e uomini che ha votato per l’Altra Europa. Adesso non dobbiamo lasciarci e non dobbiamo perderci, dobbiamo costruire insieme la nuova sinistra.

Vorrei anche ringraziare di cuore le 10 mila persone che hanno scritto il mio nome su una scheda. Sono impegnato in campagne sociali e lotte collettive fin da ragazzino ma non mi sarei mai aspettato un numero simile di preferenze: senza un partito o una struttura organizzata alle spalle, senza accordi con gruppi od organizzazioni politiche, senza un euro, senza la minima esperienza di campagna elettorale, francamente sono esterrefatto per questo dato, che aggiunge gioia a gioia. A Firenze sono risultato primo e in Toscana secondo, subito dopo Barbara Spinelli, la nostra capolista, unica eletta nel collegio centro

Categorie
Blog

Cui prodest? Sul perché il Fiscal compact non si è votato da solo

10006022_770180013016688_8389004208451563334_o di Tommaso Fattori

Nel corso di questa campagna elettorale per le europee i dibattiti con i candidati del PD e dei partiti del centro-destra avevano un che di surreale. I governi delle “larghe intese” – in Italia, in Germania, in Grecia – hanno scelto consapevolmente la strada dell’austerità, ma adesso sembrano tutti improvvisamente per l’Altra Europa, proprio come noi. Eppure questa Europa qualcuno l’avrà pur voluta, viene da domandarsi. L’Europa del 6 pack, del 2 pack e del Fiscal Compact non è scesa dal cielo, non si è materializzata per incanto. 

Categorie
Blog

Piatti sporchi e felicità: verso l’ Altra Europa

10380692_648894808537989_986216037702210904_odi Tommaso Fattori

Stamattina, fissando attonito la gigantesca montagna di piatti da lavare accumulatasi in cucina e le cinque o sei lavatrici da fare, ho realizzato pienamente quanto sia stata totale la mia immersione nella campagna elettorale per l’Altra Europa. A chi mi ha ripetuto che era folle candidarsi senza strutture ed organizzazioni di sostegno alle spalle e senza risorse vorrei rispondere che questa campagna elettorale un pò sgangherata e totalmente autorganizzata mi ha permesso di incontrare una quantità inaspettata di compagne e compagni di strada eccezionali, nei “comitati per Tsipras” locali, nei paeselli, nelle grandi città. E rispondo anche che questa scelta mi permetterà un giorno di poter dire ai miei figli che nell’epoca del renzismo, del populismo e dell’austerità non sono rimasto a guardare alla finestra ma ho provato a dare il mio contributo per costruire la sinistra che vorrei.

Categorie
Blog

Vera Jarach, simbolo delle madri di Plaza de Mayo, sostiene Tommaso Fattori

vera jarach
Vera Jarach

La donna italo-argentina sopravvissuta al genocidio fascista e  simbolo delle madri coraggio di Plaza de Mayo afferma: “Da sempre Tommaso si è mobilitato in difesa di tutto ciò che deve essere curato e conservato nel nostro pianeta. La sua candidatura è un passo avanti molto importante”.

Categorie
Blog diritti

Nomi

Schermata 2014-05-18 alle 20.49.51di Tommaso Fattori

Difficile pensare ad un’immagine in grado di comunicare al contempo dolcezza e dolore, vita e morte, in maniera così perfetta. Ho aspettato tre giorni prima di scrivere perché aspettavo di conoscere il loro nome. Avrei voluto sapere come si chiamavano per dar loro almeno la dignità del riconoscimento, per non etichettarli come “i due migranti morti abbracciati nell’ennesimo naufragio nel mar Mediterraneo”. Due fra decine di migliaia, vittime di leggi ingiuste e disumane.

I nomi non sono mai arrivati e allora li saluto così, dando loro due nomi a caso. Il primo lo chiamerò Tommaso, come me, perché se fossi nato in un’altra regione del mondo sarei stato io, uguale a lui. E la seconda persona la chiamerò Laura perché le cose migliori che ho fatto nella mia vita le ho fatte con l’affetto di mia mamma.

Ciao Tommaso, ciao Laura. Io non vi dimentico.

Categorie
Blog

Il mio programma elettorale. Riprendiamoci l’Europa!

programmaprogramma2

Categorie
Blog

TOMMASO FATTORI SU RAI3

Fino a pochi giorni fa avevamo – come lista l’Altra Europa con Tsipras – lo 0,07% degli spazi televisivi. Beh, non credo proprio che la mia “apparizione” ad Agorà abbia cambiato di una virgola la situazione complessiva: si è trattato di secondi più che di minuti. Quel che sono riuscito a dire l’ho detto, ma avrei voluto poter dire molto, molto di più. La nostra campagna continua strada per strada, paesello per paesello, periferia per periferia -e di qui nascono i fior!

Categorie
Blog

Dalla piena occupazione alla piena precarizzazione

precari-stancadi Tommaso Fattori

Non era per niente facile peggiorare la riforma Fornero, che peggiorava la riforma Biagi, che peggiorava la riforma Treu. Ebbene, Renzi c’ è riuscito: c’è riuscito il governo delle larghe intese Renzi-Alfano, per la precisione, che oggi ha addirittura posto la fiducia al Senato sul decreto lavoro, impedendo per l’ennesima volta il dibattito parlamentare. In un tempo neppure troppo lontano, il modello sociale europeo si poneva come obiettivo la piena occupazione, mentre oggi l’obiettivo è la piena precarizzazione.

La precarietà – rinominata flessibilità per ingentilire e abbellire il concetto  – non produce alcun aumento dell’occupazione, non moltiplica i posti di lavoro: da anni tutti gli studi evidenziano che non esiste alcuna correlazione accertata fra maggior flessibilità e crescita dell’ occupazione. Più semplicemente, la precarietà è uno strumento efficace per intensificare lo sfruttamento del lavoro, pagarci meno, farci competere fra noi al ribasso, renderci più docili e ricattabili.